No Limit Hold'em Small Stakes di Metha, Miller e Flynn

Scritto da Federico Il Aggiornato il .

libro no limit holdem small stakesSmall Stakes No Limit Hold'em è un libro sul cash game, prevalentemente 6max, adatto a quei giocatori che vogliono migliorare il loro poker ai limiti 1$ o 2$ (qui invece puoi trovare una serie di nostri articoli di strategia sui microlimiti 6-max).

Al contrario di tanti altri libri pensati e destinati a un pubblico molto vasto, che puntano sul nome di chi li scrive e la risonanza mediatica fornita dai media, No Limit Holdem Small Stakes è un testo dichiaratamente di nicchia. Non a caso, i giocatori vincenti nel mondo del poker sono soltanto una nicchia. In questo libro fin dalle prime pagine le intenzioni degli autori sono chiare: indirizzare il lettore verso un approccio professionale del gioco, l’unico possibile per essere vincenti nel lungo periodo.

Diviene dunque fondamentale cominciare a pensare in termini di equity e non di denaro vinto, nello specifico la showdown equity e la blind steal equity.

Il furto dei bui è al centro della strategia vincente proposta dagli autori. Un pensiero parassita che si impossessa di tutti i principianti che iniziano a giocare a poker, è quello di impegnarsi a vincere soltanto grandi piatti, trascurando invece l’enorme importanza che ricoprono tutti quei mini-pot vinti senza prendersi rischi. Per un grinder, rubare molti bui nell’arco di un’ora di sessione, può rappresentare la differenza fra il fare la fame e vivere di questo gioco.

Gli autori elencano tutte quelle mani con cui sarebbe corretto tentare un open raise in steal preflop, in relazione naturalmente alla posizione occupata al tavolo, all’immagine e alle informazioni sugli avversari che devono parlare dopo di noi.
Miller incoraggia il lettore a tentare raise da Late Position anche con size molto basse e mani non eccellenti e a foldare senza troppe remore invece da Early position.

Proprio alle size dei rilanci viene dedicato ampio spazio in più occasioni nel corso della lettura. E sebbene il libro sia stato scritto nel 2009, a distanza di circa 5 anni queste tecniche di aggressione preflop sono adoperate da quasi tutti i pro del No Limit 6 max.

La strategia non si limita a spiegare come giocare nel preflop, ma prendendo spunto dalla prima fase della mano, propone la condotta da seguire nelle street successive: in quali occasioni effettuare la first barrell, quando la second barrell e come capire se è giunto il momento di lasciare la mano. Gli autori non riportano una condotta di gioco sempre corretta in ogni occasione, anche perché non esiste, ma forniscono al lettore i mezzi per ricavarla da se nelle varie situazioni al tavolo.

Lodevole è la sezione dedicata alle value bet. La maggior parte dei soldi che perdiamo nel poker, volano via al river quando non value bettiamo con una mano vincente per paura di subire un raise o perché abbiamo fretta di chiudere e incassare. Missare una bet per valore quando disponiamo di un punto che ragionevolmente potrebbe esserci pagato, è un grave errore. Altrettanto sbagliato è farlo con size inadeguate.

Tuttavia, il maggior merito di Miller, Metha e Flynn è però quello di aver realizzato un libro coerente con l’evoluzione del gioco del poker online. In questi anni sono usciti tantissimi software che vengono in aiuto dei giocatori durante le sessioni e in fase di analisi, ma questa rivoluzione informatica che ha travolto un gioco secolare, è stata bellamente ignorata. Small Stakes No Limit Hold'em dedica invece un capitolo intero ai software di poker più popolari, primo fra tutti naturalmente Holdem Manager.
Nel libro imparerete a interpretare le numerosissime stats che i creatori di questo tool hanno implementato per tutti gli utenti, e capirete il modo più profittevole di settare il vostro Hud. Holdem Manager è uno strumento che vi fornisce preziosi indizi sullo stile dei giocatori al tavolo, ma sta al giocatore riuscire a trasformarli in EV e quindi in soldi, cosa che un computer non è in grado di fare.

 

Considerazioni personali su Small Stakes No Limit Hold'em

Small Stakes No Limit Holdem è uno di quei rarissimi testi la cui lettura si avvicina, in relazione ai progressi nel gioco che ne derivano alla fine, ad una sessione di un’ora con un buon coach.
Non siamo naturalmente a quei livelli, ma quanto meno fin dalla prima pagina si ha la certezza di avere a che fare con un libro per “addetti ai lavori” e non per semplici amatori.

Alla luce di ciò, sebbene l’intento degli autori sia quello di fornire le basi ai novizi che desiderano avventurarsi nell’intricata giungla dei low e mid blind 6 max, ne consigliamo la lettura come testo di approfondimento a chi ha già delle discrete basi. Non acquistatelo come primo libro perché vi metterebbe in testa una gran confusione.

Ha delle pecche Small Stakes No Limit Holdem?

Si, ne ha. Una pecca del libro è probabilmente l’aver omesso uno studio più approfondito sulle open card in relazione agli stack: chiaramente, nel cash game, con uno stack di 50 bb e uno stack di 200 bb, va operata una selezione differente delle mani d’apertura e a mio avviso a questo aspetto andava dedicato qualche paragrafo in più.

Inoltre è stato trascurato un aspetto molto importante del gioco, cioè quello legato alla difesa. Il libro spiega perfettamente come attaccare i bui degli avversari e prendere valore dalle proprie mani, ma non dedica la stessa attenzione nell’insegnare al lettore a difendersi dagli squali al tavolo e come ammortizzare le perdite contro le mani superiori.

Nonostante questi peccati veniali, nel complesso No Limit Holdem Small Stakes è un libro veramente valido, che personalmente rispolvero di tanto in tanto anche a distanza di un paio d’anni dalla sua prima lettura.

Trovi No Limit Hold'em Small Stakes in italiano su Amazon, al costo di 35 euro. Qui invece puoi trovarlo in inglese a un prezzo molto inferiore in formato cartaceo o Kindle.

 

Biografia degli autori

Sunny Metha. Metha è un giocatore di poker professionista, scrittore e musicista nato nel 1978, co-autore oltre di No Limit Hold'em Small Stakes, del celebre Professional No Limit Holdem volume I, testo che a seguito della sua uscita nel 2007 è divenuto il libro di poker più venduto su Amazon in quell’anno.

Ed Miller. Giocatore di poker e autore di importanti testi di riferimento per tutti gli appassionati del settore, nella sua carriera di scrittore può vantare collaborazioni con David Sklansky e Mason Malmuth. Miller vive a Las Vegas ed è una colonna portante del forum 2+2.

Matt Flynn. Matt Flynn è un dermatologo e giocatore di poker che si porta dietro una passione per gli Skill Games dalla tenera età di 8 anni. Laureato ad Harvard in matematica applicata, è stato introdotto al mondo del poker professionistico da Tommy Angelo.

Qui puoi trovare la lista completa di tutte le altre recensioni di libri sul poker.