Cliff Josephy, il chipleader dei November Nine

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

wsop soldiCliff Josephy, chipleader dei November Nine 2016, arriva da Syosset, cittadina dello stato di New York. È sposato e ha tre figli.

In precedenza agente di cambio a Wall Street ma sempre un grande appassionato di poker anche se, come da lui stesso ammesso in una delle tante recenti interviste “ero il più grosso perdente che si possa pensare”.

Cliff ha infatti spiegato che guadagnava bene con il suo lavoro e dunque non era preoccupato di perdere soldi al poker. Il suo intento era di giocare tutte le mani, una “strategia” che lo portò a perdere mediamente 2mila dollari a settimana.

Nel 2003 però arriva la svolta quando Cliff scopre il poker online ed apre i primi tavoli play money su PokerStars. Da quel momento iniziò a capire i vantaggi di giocare più “tight”.

Con il nickname “JohnnyBax” inizia quindi a giocare sulle prime poker room online.

Nel 2004 la sua società entra in crisi e licenzia diversi dipendenti, tra cui anche Cliff. Da quel momento si dedica a tempo pieno al poker online e inizia anche a vincere con frequenza ai tavoli.

Non mancano nemmeno i primi ottimi risultati live, con un braccialetto WSOP conquistato nel 2005 nell'evento 1.500$ Seven Card Stud, primo di 471 avversari.

Cliff, dopo la conquista del titolo WSOP, decide di svelare che dietro al nick di JohnnyBax c'è proprio lui. Apre il sito di coaching Pokerxfactor con l'amico Eric Haber e ottiene anche una sponsorizzazione da Ultimate Bet, anche se durata soltanto pochi mesi.

Proseguono nel frattempo i risultati live con un secondo posto da quasi mezzo milione di dollari nell’Aruba Ultimate Bet Poker Classic.

Josephy negli anni continua a giocare sia online che live e nel 2013 arriva il secondo braccialetto WSOP, nell'evento 1.500$ No Limit Hold’em Shootout.

Cliff Josephy, ecco chi è il cinquantenne chipleader dei November Nine, favorito alla vittoria finale del Main Event WSOP 2016.

Photo credit: Flickr/larry kang.