Contava le carte al Blackjack, niente WSOP 2015

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

asso dal mazzoIl noto professionista Joseph Stiers non potrà prendere parte alle WSOP 2015 in quanto la direzione del Caesars lo ha “bannato” da tutti i suoi casinò: contava le carte al tavolo del blackjack.

Bisogna premettere che contare le carte al Blackjack è una “attività” che non viene assolutamente tollerata da qualsiasi casinò americano, e pertanto Joseph Stiers, pro americano con oltre mezzo milione vinti in carriera nel poker live e con in bacheca un titolo WPT nel 2013, dovrà dire addio alle World Series of Poker 2015.

Il trentaduenne originario del Maryland ha dichiarato in una intervista, rilasciata al Baltimore Sun, di essere stato bandito da tutte le proprietà della Caesars Entertainment in quanto accusato di contare le carte all'Horseshoe Baltimore Casino, anche se, come confermato dallo stesso, “in modo assolutamente amatoriale”. Ecco come sono andati di preciso i fatti.

Stiers lo scorso 19 dicembre stava giocando alla roulette dopo aver concluso una sessione al gioco del blackjack, quando due membri della sicurezza si sono avvicinati a lui e gli hanno chiesto di uscire fuori dal casinò.

Joseph ha deciso di non fare problemi e di andarsene, senza insistere più di tanto per conoscere i motivi di tale allontanamento. Decide però di ripresentarsi una decina di giorni più tardi, anche per domandare le ragioni per cui era stato “buttato” fuori dalla sala, ma nel mentre stava partecipando a un torneo di poker da 350 dollari, veniva nuovamente accompagnato alla porta, senza ottenere nemmeno il rimborso del buy-in. La security, secondo quanto affermato dallo stesso player, lo ha minacciato di chiamare la polizia se non avesse lasciato immediatamente la sala.

Stiers però decideva di attendere l'arrivo degli agenti, ma il casinò alla fine lo mandava un'altra volta via senza spiegare i motivi. Dopo circa un mese riceveva comunque indietro il buy-in del torneo.

Il pro americano pensava che il motivo della sua uscita era proprio di aver contato le carte mentre giocava al blackjack e ha deciso pertanto di attaccare duramente l’Horseshoe Casino di Baltimora sul noto forum Twoplustwo, dopo che lo stesso gli avrebbe comunicato ufficialmente che era stato bandito proprio per questa ragione.

Il professionista affermava invece di essere convinto che la decisione sia stata presa a seguito di una forte antipatia nei suoi confronti da parte di alcuni membri dello staff del casinò.

Quando si ha a che fare con il conteggio delle carte nel Blackjack, la discussione è sempre molto animata negli States, e purtroppo siccome i casinò possono accogliere o rifiutare qualsiasi giocatore, la vicenda costerà a Joseph le WSOP 2015, in quanto proprio il Rio di Las Vegas appartiene alla Caesars Entertainment.