Day 4 PokerStars EPT Tallinn, Calia al tavolo finale

Scritto da Maria Grazia Il Aggiornato il .

ept tallinn 2010Day 4 EPT Tallinn di PokerStars, 25 giocatori rimasti, 4 gli italiani, la strada è ancora lunga, dietro ad ogni sguardo un’insidia, ed ogni carta porta con se il destino di ciascuno: in o out.

Le carte, oggi, non sono benevole con i nostri, ed Attilio Donato può bel dirlo, quella carta, che gli è apparsa come la migliore possibile, ha sancito la sua eliminazione, ma ecco i particolari:
Mattern, il pro di pokerstrars, da SB rilancia fino 35k e Donato con 77 chiama, flop: 8h 10s 2s il francese fa check, Donato punta 40k e call dell’avversario, turn 7c, Mattern fa check Donato 120, ma l’altro manda i resti, istant call dell’italiano,l’altro gira Jh9h, river 5h, Donato chiude 23esimo, vittima di un colpo imparabile e torna a casa con tutta l’amarezza che ne deriva dal vedere l’avversario chiudere progetto di scala con la carta che gli dà set.

Perso, vittima di un coin flip e di un board diabolico, anche Carlo Bordogna, che, si ritrova con tutto al centro con AJ vs 99, il flop gli sorride regalandogli l’asso, ma, il turn ha in serbo sorprese amare: un 9 che gli riduce lo stack a meno di tre bui. La mano successiva manda i resti da SB con 69o  trovando il BB con Ako, il board bianco lo colloca in 19esima posizione.
Fourth street maledetta anche per Simone Falorni che chiama preflop con 88 il push dell’avversario con kJ, ma al turn un J lo elimina in 16 posizione.

A difendere bandiera resta Nicolò Calia, che da sotto average si è riportato in media grazie ad un coin flip vinto. Il player romano tiene duro, attua un gioco controllato senza colpi spettacolari evitando di infilarsi in mani troppo pericolose con carte marginali. La sua si rivela la strategia giusta, e conquista il suo primo tavolo finale. Tanta l’emozione e la soddisfazione per questo risultato, ma, anche la consapevolezza che è necessario ancora lottare perché, è vero, si è settimi nel chipcount, ma tutto è possibile.

Ecco i magnifici 8 sopravvissuti a questi 4 giorni intensi e pronti a lottare per la vittoria:

1) Arnaud Mattern 3.720.000
2) Kevin Stani 2.588.000
3) Konstantin Bilyaver 2.498.000
4) Mikko Jaatinen 1.166.000
5) Steven Van Zadelhoff 805.000
6) Bassam Elnajjar 742.000
7) Nicolò Calia 637.000
8 ) Dmitri Vitkind 502.000