Federico Butteroni, ecco chi è il November Nine italiano

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

lasvegas mandalay bay

Federico Butteroni è uno dei November Nine, entrato di diritto nella storia del poker mondiale e italiano. Un final table al Main Event delle WSOP 2015 conquistato peraltro al suo esordio a Las Vegas. Andiamo a conoscere meglio il giocatore romano che il prossimo mese di novembre tenterà la scalata all'olimpo mondiale del poker e che ha già coronato il sogno di raggiungere il tavolo finale del Main Event WSOP.

Come anticipato, Federico Butteroni ha esordito proprio quest'anno alle Wolrd Series of Poker di Las Vegas.  

Nato a Roma nel 1990, Federico si appassiona al poker e gioca nei circoli della capitale (e anche online) da quando compie la maggiore età. Nel 2010 centra un 15esimo posto all'IPT di Sanremo per 5.000 euro di premio. Gli addetti ai lavori conoscono bene questo venticinquenne cresciuto nelle sale poker live romane.

Nei tre anni successivi, Butteroni continua a giocare sia live che online ma alla fine del 2013 decide di partire per l’Australia, una nuova esperienza di vita che lo costringe a mettere da parte il poker online. Continua però a giocare live cash game e anche tornei, guadagnando oltre 13mila dollari grazie a quattro piazzamenti. Successivamente decide di viaggiare in Asia e restare per un periodo anche in Giappone. Una volta tornato in Italia coltiva una idea che ha da tempo in mente: visitare Las Vegas per la prima volta. Mai scelta fu più azzeccata.

Federico centra infatti una serie di straordinari risultati: 20° nel Monster Stack per 45.633 dollari, vittoria al giornaliero deepstack del Rio da 235$ di buy-in per altri 25.000 dollari di premio e 114° nell’evento #59 per 3.622 dollari di ricompensa. Naturalmente, ciliegina sulla torta, diviene anche uno dei November Nine 2015.

Ecco molto in breve alcune tappe della carriera pokeristica del nostro Federico Butteroni. Ricordiamo che il player romano è già sicuro di vincere un premio di 1.001.020 dollari e nonostante sia il più short del tavolo, siamo certi che il suo obiettivo sarà proprio quello di vincere il braccialetto e la fantastica prima moneta da 7,68 milioni di dollari.

Una edizione delle WSOP 2015 davvero straordinaria per i colori italiani, con gli ottimi risultati centrati da giocatori come Sammartino e Isaia, senza naturalmente dimenticare la straordinaria doppietta di Max Pescatori.

Una grandissima e piacevole sorpresa ci ha fatto dunque Federico Butteroni che ha anche giocato con padronanza al tavolo con un numero uno del poker mondiale, un certo Daniel Negreanu.

Ora non ci resta che sperare di vederlo trionfare al final table del Main Event delle WSOP 2015 che si giocherà il prossimo mese di novembre. Nonostante l'ultimo posto nel chipcount occupato da Federico, sappiamo che tutto nel poker è possibile.

Photo credit: Flickr.