PCA 2018 PokerStars: trionfo per Maria Lampropulos, 2° Shawn Buchanan

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

atlantis resort nassau bahamas

Maria Lampropulos ha trionfato al Main Event PCA 2018 dopo aver battuto in heads-up Shawn Buchanan. La giocatrice argentina incassa così una prima moneta da oltre un milione di dollari. Da segnalare il quarto posto di Adrian Mateos che iniziava la giornata nelle vesti di chipleader.

Il PCA 2018 Main Event viene dunque vinto dalla fidanzata di Ivan Luca, altro noto giocatore professionista di poker live.

Maria Lampropulos ha incassato 1.081.100 dollari e una Platinum Pass da 30.000 dollari per prendere parte al PSCP 2019.

Per quanto riguarda la cronaca del torneo, l’argentina si è messa subito in mostra al tavolo finale eliminando Christian Rudolph con 6-6 e riuscendo ad avere la meglio su A-8, anche grazie a un 6 calato al flop.

La giocatrice sudamericana in questo modo diveniva la chipleader. Secondo eliminato al final table Daniel Coupal, out per mano di Shawn Buchanan.

Quarto posto per Adrian Mateos, costretto ad alzarsi da uno scatenato Buchanan.

Quest’ultimo conquistava così con autorità le vesti di chipleader del torneo con oltre 11 milioni di chips. Molto più staccati Maria Lampropulos con 3,1 e Koray Aldemir a quota 2,9 milioni.

A questo punto Buchanan eliminava proprio Aldemir in terza posizione con A-8 contro K-7 e con davanti il seguente board: 8 3 9 8 K.

Nel testa a testa finale il canadese si presentava con un netto vantaggio in termini di chips ma la Lampropulos non demordeva.

Maria e Shawn si sfidavano più volte nella parte finale del torneo, con la sorte particolarmente benevola per l’argentina, fino a quando con 10-7 aveva la meglio di K-5 grazie a un 10 sul flop.

A seguire il payout del finale table PCA 2018 targato PokerStars:

  1. Maria Lampropulos 1.081.100 dollari
  2. Shawn Buchanan 672.960 dollari
  3. Koray Aldemir 481.560 dollari
  4. Adrian Mateos 372.600 dollari
  5. Daniel Coupal 293.560 dollari
  6. Christian Rudolph 229.760 dollari

Photo credit: Flickr/Roger W.