Phil Ivey, in arrivo 12 milioni di dollari? Continua il contenzioso col Crockfords di Londra

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

iveyUn Natale molto ricco si preannuncia per Phil Ivey che il prossimo 10 dicembre potrebbe vedersi accreditati ben 12 milioni di dollari dal Crockfords di Londra.

Qualsiasi siano i risultati al tavolo da gioco, il 2015 potrebbe chiudersi in modo molto positivo per Phil Ivey, a seguito del contenzioso in corso con il casinò di Londra, il Mayfair Crockfords. Proprio qui, nel 2012, vinse a Punto Banco 7,8 milioni di sterline (12,5 milioni di dollari) che non ha mai incassato.

Fu infatti accusato di "edge sorting", ovvero sfruttare i difetti di un mazzo di carte per trarne vantaggio nei confronti della Casa da gioco.

Ivey ha deciso di ricorrere in appello dopo che un giudice ha stabilito che ha tutto il diritto a un nuovo giudizio, evidenziando inoltre le sue “concrete possibilità di successo”.

Il professionista americano ha accolto entusiasticamente la notizia ed ha sottolineato come qualsiasi gambler professionista è sempre alla ricerca di un modo per avere un vantaggio nei confronti del casinò: “È compito loro far sì che questo non accada. A volte ci riesco, altre ce la fanno loro”.

In una intervista rilasciata al The Mail on Sunday, Ivey ha dichiarato: “Avrò una seconda possibilità e stavolta spero proprio di vincere. Il cheating non fa parte della mia natura, ed è per questo che ci sono rimasto molto male dopo la decisione del giudice un anno fa, anche se affermò che avevo detto sempre la verità”.

La tecnica dell’edge sorting, come anticipato, consiste nell'ottenere un vantaggio sfruttando eventuali difetti.

Ivey si sarebbe accorto infatti di difetti di fabbricazione di alcuni mazzi che gli consentivano di conoscere il valore delle carte.

Il pro americano ha sempre voluto mettere in risalto che l’edge sorting non può essere considerato cheating, in quanto né lui né la sua partner, Cheng Yin Sun (insieme a lui al Crockfords all'epoca dei fatti), hanno mai toccato le carte.

Il caso di Phil Ivey sarà discusso alla Corte di Appello il prossimo 10 dicembre, ultimo atto di una vicenda che ormai si protrae da troppo tempo ma che sembra ormai vicina all'epilogo.

Photo credit: Flickr.