Tom 'durrrr' Dwan è broke, almeno secondo Chris Moneymaker

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

chris moneymakerIl celebre Campione del Mondo WSOP 2003, Chris Moneymaker, ha voluto dire la sua sul mondo attuale del poker e si è espresso anche sulla grave crisi di gioco e di risultati di giocatori del calibro di Tom 'durrrr' Dwan e Brian Townsend.

Chris Moneymaker ricordiamo che è forse il giocatore che più di ogni altro ha dato la scossa definitiva al mondo del poker quando, nel 2003, partì dai satelliti online costati soltanto pochi dollari per trovarsi milionario a distanza di qualche settimana.

La sua vittoria al Main Event delle WSOP del 2003 è stata infatti la scintilla da cui è scaturito un vero e proprio boom per il poker live e per quello online, in quanto il sogno di vincere grosse somme di denaro partendo da un minimo investimento era possibile per chiunque.

Dopo il suo trionfo alle World Series of Poker del 2003, in poco tempo una nuova generazione di giocatori si buttò a capofitto sia sui tavoli di poker live che su quelli multitavolo di poker online. Non per tutti comunque il successo è riuscito a cambiare la vita e a permettere di ritagliarsi uno spazio nel mondo del poker: “Il poker è cambiato radicalmente. Un mio amico era tra i migliori al mondo nel 2005, adesso vende automobili".

Secondo MoneyMaker per riuscire a mantenersi sempre al top nel gioco, occorre anche mantenere un profilo di vita moderato, soprattutto da parte di coloro che in poco tempo si sono trovati in tasca milioni di dollari: "Ho visto ragazzi come Tom 'durrrr' Dwan vincere tanti soldi e affittare jet o yachts e fare altre spese stupide. Poi, dopo un paio d'anni, li ho visti broke. Gente come Tom Dwan o Brian Townsend erano dei grandissimi talenti, ma alcuni di questi non li vedremo più ai tavoli".

Ricordiamo che nel corso degli ultimi mesi lo stesso 'durrrr' più volte è infatti stato dato da più parti ormai 'broke'.

Moneymaker sottolinea che lui è invece riuscito a mantenere sempre un profilo basso anche quando ha vinto le World Series Of Poker del 2003 a soli 27 anni, rivelando di aver continuato a giocare di tutto, anche tornei da soltanto 8 dollari di buy in, in quanto ogni grinder deve sempre avere come obiettivo quello di giocare il più possibile, anche ai micro limiti.

Ecco dunque il consiglio per conservare il successo da parte di Chris Moneymaker, l'uomo che ha cambiato per sempre il gioco del poker live e online.