Doug Polk Challenge: dopo 15 giorni bilancio non esaltante ai Low Stakes

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

varianza freccia negativaSono trascorsi 15 giorni della Bankroll Challenge di Doug Polk, il cui obiettivo è trasformare 100 dollari in 10.000 dollari. I risultati non sono però quelli attesi.

Al momento, per l'avvio delle WCOOP su PokerStars.com, la challenge si fermerà per tutto settembre.

Il resoconto della sfida lanciata qualche settimana fa da Polk non è però di certo esaltante.

Dai 100 dollari di partenza, dopo aver toccato un picco 550 dollari, il bankroll di Doug è sceso a soli 137 dollari.

Dopo essere riuscito ad incassare premi per circa 350 dollari nel giro di poche ore, lo statunitense è stato colpito da un downswing nelle varianti del Cash Game NL$20 e Sit’n’Go da $10.

La varianza si è dunque fatta sentire pesantemente ma Polk, super esperto del "giochino", ha continuato a giocare nonostante un crollo finale di ben 269 dollari, soldi persi soprattutto nella specialità preferita dal professionista statunitense: il Cash Game Heads-Up.

Alla fine della sessione Doug ha ammesso un lieve tilt ma ha compreso che dovrà modificare il proprio gioco in vista del rientro dopo la pausa WCOOP.

Una ulteriore conferma che i micro stakes sono tutto un altro gioco se anche uno come “WCGRider” può tiltare e perdere.

Vedremo se nel long term Polk riuscirà a far valere le sue maggiori skills rispetto al livello del field.