Full Tilt: addio Table Selection, Heads-Up e giochi High Stakes

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

full tilt logoUna vera e propria svolta epocale per la celebre piattaforma di Full Tilt. Dominic Mansour, amministratore delegato della room, ha annunciato che i giocatori non potranno più fare table selection, saranno eliminati gli heads-up e i tavoli high stakes per Stud, Draw games e Mixed Games full ring.

Una rivoluzione per Full Tilt, piattaforma dove non si potranno più seguire le gesta di campioni del calibro di Phil Ivey, Patrik Antonius, Tom Dwan, Gus Hansen e Viktor Blom, tanto per citare alcuni che ne hanno fatto la storia ai tavoli, mentre diverrà la "Casa ideale" per tutti i giocatori amatoriali. Andiamo a scoprire in dettaglio tutte le novità finora accennate.

 

Table selection addio

Per quanto riguarda la table selection, ogni giocatore dopo aver effettuato l'accesso nella lobby, vedrà apparire una finestra da dove potrà scegliere il tipo di gioco e il limite ma senza decidere il tavolo. In modo casuale sarà il software a farlo accomodare in una delle postazioni libere.

In questo modo il grinder professionista non potrà più fare table selection e sedersi con giocatori più deboli. Si è deciso così di tutelare i giocatori occasionali e amatoriali. Mansour ha spiegato a tal riguardo che “Full Tilt sta introducendo un sistema molto simile a quello delle poker room live. Per i giocatori sarà così molto più semplice e immediato entrare in azione”.

 

Stop ai tavoli nosebleed High Stakes

Altra novità che possiamo tranquillamente definire epocale, è l'addio ai tavoli nosebleed, dove fino a pochi giorni fa si sfidavano i giocatori high stakes più forti del mondo. Eliminati i giochi full ring per i tavoli Stud, Draw e Mixed Games. In questo modo si è deciso di spostare l'action degli high stakes presso la "consorella" PokerStars.com.

 

Eliminati gli heads up

Il CEO di Full Tilt ha inoltre comunicato che la room ha deciso di eliminare gli heads-up dalla offerta ring game. Il motivo è di evitare che i giocatori più forti possano sfidare soltanto i players deboli.

Davvero notevoli le novità introdotte da Full Tilt, oggi ormai una piattaforma completamente diversa da quella che fino a qualche anno fa aveva fatto “innamorare” i giocatori provenienti da ogni parte del mondo.