Gus Hansen, Phil Ivey e Viktor Blom i più perdenti negli High Stakes 2014

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

Gus HansenRimangono soltanto poco più di due mesi alla fine dell'anno e molta action si è vista ai tavoli High Stakes online. Mentre davanti a tutti troviamo un ottimo Dan Cates, con profitti superiori a 2,8 milioni di dollari, andando a spulciare nella classifica dei più perdenti, si scoprono diversi nomi altisonanti del poker mondiale.

Ci riferiamo a Gus Hansen, Phil Ivey e Viktor Blom.

Giocatori che in passato si sono sempre fatti notare per chiudere ogni anno con profitti a sei zeri, ma che nel corso del 2014 si sono messi in mostra per essere i più perdenti nel poker cash game High Stakes. In tre complessivamente hanno accumulato perdite per oltre 9 milioni di dollari.

Di certo desta risalto soprattutto l'involuzione del "Tiger Woods del Poker". Phil ivey quest'anno è il secondo giocatore più perdente ai tavoli high stakes, con un rosso attualmente superiore ai 2,5 milioni di dollari.
Dopo il Black Friday, con il nick "Polarizing", Ivey su Full Tilt ha perso circa 5 milioni di dollari.

Peggio di lui ha fatto l'ex red pro Gus Hansen: in questo 2014 ha accumulato perdite superiori ai 5,5 milioni di dollari.
Ricordiamo che la sua carriera online è a dir poco disastrosa, avendo perso oltre 20 milione di dollari, di cui 14 milioni soltanto nel 2013 ed in questi dieci mesi del 2014.

Non se la passa bene nemmeno il talento svedese di Ranas, Viktor Blom, noto a tutti con il nick di 'Isildur1', in rosso per 1,3 milioni di dollari e terzo nella classifica dei più perdenti del 2014.

Spulciando la classifica a ritroso, troviamo anche un certo Phil 'OMGClayAiken' Galdfond. Anche lui nel 2014 è in rosso di circa 1 milione di dollari.

Insomma per la “vecchia guardia” che dominava in passato i tavoli nosebleed di Full Tilt e PokerStars sono davvero tempi duri.

Photo credit: Ralph Unden.