lottomatica 990x30

Liquidità Condivisa nel Poker Online: ora è ufficiale!

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

europa bandiera

Una giornata storica a Roma per tutto il mondo del poker online: firmata la convenzione per la liquidità condivisa in Italia, Francia, Spagna e Portogallo.

Alessandro Aronica della Agenzia Dogane e Monopoli, Charles Coppolani presidente dell’Arjel, Teresa Monteiro vice-presidente di SRIJ e Juan Espinosa Garcia della DGOJ, hanno siglato un accordo che permette di dare finalmente il via alla liquidità condivisa nel poker online tra i paesi di Italia, Francia, Spagna e Portogallo.

I 4 paesi conserveranno sempre una propria autonomia regolamentare. Questo significa che la tassazione resterà identica e ogni paese applicherà un differente livello di rake.

Il 6 luglio diventa dunque una giornata storica per il poker online dopo che le autorità di regolamentazione dei quattro paesi hanno firmato la convenzione per la condivisione della liquidità del poker online.

Per quanto riguarda i tempi entro cui partirà il mercato comune, l’obiettivo dichiarato è la fine del 2017.

Gli stessi rappresentati degli enti firmatari hanno messo in risalto l’importanza della liquidità nel gioco del poker online, evidenziando che il livello attuale non è più sufficiente, principale motivo che ha spinto diversi giocatori a rivolgersi al mercato illegale.

Le autorità avranno comunque sempre come primario obiettivo di proteggere i giocatori e contrastare le attività fraudolente e di riciclaggio.

In caso di attività criminale da parte dei giocatori ai tavoli, sono previste indagini e azioni penali.

Un accordo che risulta aperto anche ad altri paesi.

Una decisione che è stata accolta favorelmente dagli stessi operatori che puntano a recuperare quote di mercato e sottrarle così alle poker room “.com”.

Tra i vantaggi che potrebbero derivare dalla liquidità condivisa, oltre al rilancio del cash game, anche l'offerta di tornei garantiti molto più ricchi grazie alla presenza di un maggior numero di giocatori.

Non resta che attendere la prima storica partita di poker online con la liquidità condivisa.