PokerStars vieterà gli HUD dei software di analisi?

Scritto da Alessandro Il Aggiornato il .

hud pokerstars

Tutto ha avuto inizio a partire da una discussione sul noto forum americano di poker, Twoplustwo. Una polemica con riguardo a un software di supporto sviluppato da un grinder inglese, il cui nickname è “Skier_5”, grazie a cui è possibile avvantaggiarsi negli heads up sit and go. Un programma che offre una serie di consigli in real time mentre si gioca. Tutti i giocatori che lo hanno provato sono infatti riusciti a salire di livello, secondo quanto riportato da utenti dello stesso forum, sottolineando che parecchi players non erano di certo il top nella specialità, con alcuni di loro fermi ai low stakes da diverso tempo prima di utilizzare il software “incriminato” e fare level up.

Naturalmente oggi sono molteplici i software disponibili sul mercato che possono essere adoperati su PokerStars senza infrangere nessuna regola, a partire dai conosciuti Holdem Manager e Poker Tracker, grazie a cui è possibile archiviare tutte le mani giocate da usare per lo studio post sessione. Inoltre tramite il tool HUD (Heads Up Display) si possono conoscere in tempo reale, mentre si sta giocando, tutte le statistiche aggiornate sugli "oppo" presenti al tavolo.

Software considerati pienamente legali da parte di PokerStars, in quanto forniscono statistiche per prendere le decisioni ma non danno suggerimenti espliciti su come giocare. Basti pensare che in passato software che consigliavano quale fosse la corretta mossa ai tavoli (come ad esempio Sit and Go Wizard), sono stati “bannati” dalla poker room e dunque vietati durante il gioco.

Da ciò ne consegue che i programmi di analisi e di studio non sono stati mai vietati da PokerStars, ma d'ora in poi le cose potrebbero cambiare.

Il software creato da “Skier_5” fornisce infatti informazioni dettagliate all’utente con riguardo il gioco preflop e dunque, in uno specialità come gli heads-up sit and go dove l’ICM ha un ruolo basilare, il vantaggio che ne potrebbe derivare è davvero notevole. Molti utenti infatti hanno sottolineato come diversi regular in passato erano stati costretti a fare level-down negli hu tra i 200$ e i 500$, ma dopo aver utilizzato il programma di “Skier_5″, sono riusciti tranquillamente a fare level up.

Ecco dunque che non si può più parlare di supporto statistico e, nonostante i vertici di Pokerstars inizialmente avevano ammesso il software, ora stanno riesaminando la decisione presa e valutando con attenzione se vietare qualsiasi software di questo tipo.

Pokerstars ha infatti rilasciato un comunicato ufficiale al riguardo, mettendo in risalto che il software creato dal grinder inglese supera il livello di supporto consentito, e ora i vertici della room stanno valutando con attenzione se modificare completamente la policy in merito.

Gli scenari che potrebbero verificarsi sono molteplici. Ad esempio programmi diffusi come Holdem Manager e Poker Tracker resterebbero permessi ma è anche possibile che Pokerstars decida di vietare l'uso dei rispettivi HUD.

Sarebbe consentito usare soltanto i software di analisi per utilizzarli lontano dai tavoli e non sarà permesso alcun tool di supporto mentre si gioca su Internet.

Un poker online che si avvicini dunque il più possibile al gioco live, è quanto auspicato anche da molti giocatori. Nel giro di qualche settimana Pokerstars comunicherà la sua decisione che potrebbe cambiare per sempre il mondo dell'online. Non rimane che attendere.