Rainman731 vince 1 milione di dollari in 4 mani agli Spin & Go!

Scritto da Alessandro Aggiornato il .

dollari 100

Il giocatore russo “Rainman731” è entrato nella storia del poker online: in soltanto 4 mani, 110 secondi, ha vinto uno Spin & Go da 1 milione di dollari.

Il tempo di rendersi conto della fortuna che gli era capitata per ritrovarsi in tasca un milione di dollari. Ai suoi avversari ricordiamo che spetta, ad ognuno, una ricompensa da 100.000 dollari a fronte di un buy-in che aveva previsto un esborso di 100 dollari.

Si tratta del primo Spin and Go milionario di questo 2016, dopo le 13 vincite registrate lo scorso anno.

Il sit and go a 3 hyperturbo dei record è dunque durato meno di 2 minuti, stracciando il primato precedente di "Koovoon", a cui furono necessari 9 minuti e 38 secondi.

Il russo è riuscito domenica a battere il player canadese “Kman_AP2” e il messicano “pablotenisis”. Andiamo a scoprire com'è andata.

Nella prima mano “pablotenisis” apre a 41 da bottone, "Kman_AP2" 3-betta a 122 e "Rainman751" completa dal grande buio, seguito dal call del messicano. Il flop è il seguente: 9-3-Q. Di fronte alla bet di 60 del canadese, all in del russo e fold di entrambi i rivali al tavolo.

Nella seconda mano "Kman_AP2" apre ad 80 da bottone con gli avversari che foldano.

Nella terza mano assistiamo al raise preflop di "Rainman751" a 40 dal bottone, seguito dal push di “pablotenisis” con 10-10, fold del canadese e call del russo che gira K-K . Board senza sorprese e dunque si giunge al testa a testa finale.

Per l'epilogo del torneo basta soltanto la quarta mano. Il canadese apre dal bottone a 40 con 10-Q e "Rainman751" chiama con 6-7. Il flop è il seguente: Q-6-5. Check-call del russo per 60.

Al turn cala un 7 e si assiste ancora ad un check del russo, seguito dalla bet 60 del canadese e dal successivo all in di "Rainman751". “Kman_AP2” chiama ed il river “blanc” decreta il vincitore. Al player russo sono dunque bastati soltanto 110 secondi e quattro mani per trasformare 100 dollari in 1 milione. Complimenti.

Photo credit: FreeImages/Aap Deluxe