Poker Tracker 4 guida in italiano: Note Tracker (parte 12)

Scritto da Federico Il Aggiornato il .

poker tracker

Dopo aver visto il funzionamento di Leak Tracker nel capitolo precedente (vai qui per andare invece al primo capitolo della guida in italiano), analizziamo ora un altro interessante tool di Poker Tracker 4: Note Tracker.

Note Tracker è un’esclusiva applicazione realizzata e pensata appositamente per Poker Tracker 4. Essa vi consente di creare delle note “standard” e predefinite che compaiano sull’HUD dei vostri avversari durante la sessione, in modo che siano di supporto alle vostre note prese manualmente.

Per aprire Note Tracker, dal menù in alto nella lobby andate su Tool e dal menù a tendina selezionate Note Tracker.

Si aprirà questa finestra:

 

note tracker

 

In alto compaiono tre pulsanti: status, edit, test, alla sinistra dei due soliti simboli che ci indicano se vogliamo lavorare su cash o torneo.

Cominciate col creare la vostra nota andando su edit: selezionate quindi la nota che vi interessa inserire all’interno del vostro HUD, nell’esempio noi abbiamo selezionato 3bet preflop range, ma sostanzialmente esistono note già impostate per qualsiasi azione conosciuta. Una volta che essa sarà stata selezionata anche i campi sottostanti si auto compileranno per riflesso.

Nome: indica il nome della nota. Notate bene che il programma inserisce tre cifre prima della nota per un ordine proprio, ma se questo vi stona potete anche cambiarle.

Category: indica la tipologia o gruppo in cui è racchiusa la nota, in questo caso è intuitivo che trattandosi di 3bet preflop dobbiamo spuntare “pre flop”, perché essa fa parte di quegli aspetti relativi al preflop.
Potete selezionare anche la specialità barrando la casella corrispondente (Holdem in questo caso).

Text to insert as Note invece serve a definire il testo che apparirà su Note Caddy e che vedrete in sessione richiamando la nota dall’HUD. Noi nel nostro screen abbiamo 3bet range (cardrange), ma potremmo anche scrivere “questo maledetto asino 3betta preflop con:”

Ricordatevi di flaggare la casella “active”, altrimenti avrete creato la nota ma essa non sarà visibile live in sessione.

Il menù a destra serve per creare una nuova nota, modificarne una già esistente o eliminarla. Fate click su OK.
Una volta che la nota è stata creata è arrivato il momento di testarla. Fate click su test e osservate la tabella che vi si aprirà sullo schermo:

 

test tabella note caddy

 

Selezionate dal menù a tendina centrale, a sinistra del pulsante Test, la nota che volete testare. Quindi, dalla finestra più in alto vedrete comparire le mani a disposizione, in questo caso filtrate secondo il parametro “ultime 100”, ma potete selezionarle anche in base ai marcatori.

Prendete quindi la o le mani (potete pure selezionarle tutte) delle quali volete che Note Tracker prenda nota e fate click su Test (potete decidere se includere anche hero, voi stessi, fra le mani da testare). Per ogni giocatore vi apparirà l’esito. Se ad esempio noi avessimo impostato la nota del 3bet preflop range, il risultato visualizzato mostrerebbe la nota contenente le mani con cui i giocatori presi in esame hanno 3bettato.

Una volta create e testate le note dovrete assegnarle ai vostri avversari: nulla di più semplice, facendo click su “status”, vi basterà andare sulla casella “run”. Da questa finestra è anche possibile inserire dei nickname nell’ignore list, dicendo così a Note Tracker di escluderli dalle note.

Note Tracker è impostato, dobbiamo però inserirlo nell’HUD. Per far questo, è indispensabile che nell’HUD sia presente il parametro “note”. In caso contrario dovrete aggiungerlo : HUD profile editor >note > add note editor.

Durante la sessione, per richiamare Note Tracker, vi basterà andare sull’HUD del giocatore che vi interessa e fare click sull’icona delle note. Ecco come in gioco si presenterà la vostra interfaccia note, completa di Note Tracker:

 

note tracker hud

 

In questo caso, come potete vedere, la parte inferiore contiene tutte le note prese tramite Note Tracker, sappiamo ad esempio che il nostro avversario ha 3bettato in steal in blind wars una volta con coppia di nove, e per ben due volte ha forbettato con AQoff e AQ suited. Non significa che abbia 3bettato o 4bettato esclusivamente con queste mani: significa solo che noi abbiamo visto il suo show down con queste mani, potrebbe aver 3bettato preflop anche 20 volte senza però aver mai ricevuto un call. Nello spazio superiore che invece è totalmente bianco potrete inserire le vostre note manuali.

Continua nella parte 13.