La table selection nel cash: come scegliere il tavolo giusto

Scritto da Federico Il Aggiornato il .

La table selection, cioè la possibilità di scegliere il tavolo o addirittura la sedia in cui prendere posto, incide in maniera determinante sul nostro ROI e più in generale sui nostri profitti.

Nei tornei Multi tavolo fare table selection è impossibile perché è il software a piazzarci casualmente in un tavolo.

Nei sit&go invece si tratta di fare delle scelte: purtroppo, se decidiamo di multitablare per avere un buon ritorno dalla rakeback e delle classifiche, non possiamo fare tanto gli schizzinosi  e perdere tempo a cercare il tavolo con i giocatori più inesperti. In teoria ogni tavolo che parte è un buon tavolo.
Ma se al contrario stiamo giocando allo scopo di fare profit, quindi con un numero di tavoli ridotto che ci consente di controllare le waiting list, fare table selection diventa un imperativo.
Il consiglio è quello di aggiungere una piccola nota colorata (ad esempio gialla) ai nickname di ogni fish che incontriamo in modo che scorrendo le liste dei tavoli in partenza possiamo individuare quelli +EV con un rapido colpo d’occhio.

Ma la specialità in cui una buona  table selection farà la differenza maggiore è sicuramente il cash game. Nel cash game non soltanto abbiamo modo di scegliere il tavolo in cui sederci ma anche la posizione e siccome questa opportunità la sfruttano pienamente tutti i regular anche noi non possiamo farcela sfuggire.

Come per i sng, chiaramente, il tavolo migliore è quello con la più alta percentuale di fish. Per riconoscere i fish ci possiamo affidare (oltre che al nickname quando si tratta di fish conosciuti) agli stack.
Solitamente i giocatori più forti si siedono al tavolo con uno stack di 100bb. Gambler e giocatori inesperti invece si mantengono intorno ai 40bb o 60bb.

Inoltre, in alcune poker room è anche possibile controllare la percentuale dei flop caduti sul tavolo e del prize pot. Orientativamente, tanto più alti saranno questi due dati, maggiore sarà la percentuale di fish al tavolo. I regular solitamente aprono con size basse e tendono a pot-controllare o a chiudere i colpi pre-flop.
Anche se non è una regola fissa, tanta azione al post e post flop è quindi un segnale della presenza di numerosi giocatori inesperti.

Scelto il tavolo, a questo punto non ci resta che decidere il posto in cui sedersi.
Anche qui è importante affidarsi a criteri precisi senza lasciare le cose in mano al caso. I posti migliori sono sempre quelli con i fish più LAG a destra e  i reg TAG a sinistra, in quanto giocare in posizione contro un avversario debole ci permetterà di sfruttare maggiormente la nostra edge su di lui.
Quando non è possibile sedersi alla sinistra immediata del fish perché quella posizione è già occupata, la sedia successiva va più che bene: il principio rimane sempre lo stesso, cioè cercare di giocarci i colpi in posizione contro i donatori del tavolo.