Lo squeeze nel poker cash game (parte 2)

Scritto da Federico Aggiornato il .

squeeze pokerCome accennato nella prima parte, un fattore determinante ai fini del buon esito di uno squeeze “light” (è chiaro che quando abbiamo una monster possiamo agire a cuor leggero, senza troppo pensare a cosa fare se ci 4bettano) è l’immagine che diamo di noi al tavolo e quella che noi abbiamo dell’original raiser e del cold caller.

Capite bene che se abbiamo un gioco LAG, entriamo nei piatti con molte mani e già in precedenza siamo stati beccati con le mani nel sacco mentre 3bettavamo light, i nostri avversari, soprattutto se sensati, daranno al nostro squeeze poco credito e potrebbero decidere di 4bettare o flattare. Questo renderebbe il nostro squeeze EV- nel lungo periodo.

Allo stesso tempo, se l’original raiser è un nit e ha appena aperto da UTG, squeezare light potrebbe non essere un’idea felice, perché rischiamo di schiantarci contro un buon punto.
Lo stesso vale se lui o il cold-caller hanno tendenze spewer e ci percepiscono come aggressive.

Squeeziamo quando abbiamo informazioni precise sul gioco dell'original raiser e conosciamo la sua tendenza ad aprire wide. Squeeziamo quando sappiamo che il cold-caller conosce a sua volta questa sua tendenza e può flattare con un ampio range di mani.

In linea di massima, se pensiamo col nostro squeeze di avere poca fold equity e di non avere una mano da cui estrarre valore qualora venissimo chiamati…semplicemente non squeeziamo.

I principali motivi per cui si squeeza sono due:

  • prendere valore da un punto molto forte;
  • vincere un buon piatto, pre-flop, uncontested. Senza questi presupposti, lo squeeze non ha motivo di esistere.

Con una mano decente e che ha una buona board equity, come potrebbe essere Ts Js o qualsiasi altra mano speculativa, è generalmente preferibile limitarsi al call. Non vale la pena rischiare di ingigantire un pot già abbastanza grande o di dover foldare a una 4bet.

Da late, un call potrebbe dunque essere l’opzione preferibile.

 

Ma quali size adoperare?

La regola base è:
x4 se siamo IP, x5 se siamo OOP.

Queste size hanno lo scopo di mettere ancor più in difficoltà l’original raiser. Essenzialmente, una size del genere lo spingerà a 4bettare per andare rotto.
Per una questione di odds, qualora egli 4-bet foldasse, la sua giocata sarebbe quasi sempre ad expected value negativo. Non a caso, sovente una 4bet ad uno squeeze consiste in un all-in.

 

Conclusioni

Lo squeeze è una giocata fondamentale da conoscere e saper applicare per ogni appassionato di cash game. Se la userete contro i giusti avversari vi stupirete nel constatare quanti piatti uncontested vi farà vincere. Viceversa, effettuata in maniera random, sarà un modo come un altro per dilapidare il nostro roll.