Strategia per il cash game 6-max Micro-Stakes (parte 2)

Scritto da Federico Aggiornato il .

strategia microstakesÈ vero quanto detto nel primo di questa serie di articoli, ai microstake i giocatori sono deboli, ma non ci basta questo, noi vogliamo giocare contro i più deboli fra i deboli.

E poiché una regola base nel cash game è quella di sedersi al tavolo sempre full stack, possiamo ricavare che, nella nostra table selection, dovremo metterci alla ricerca di quei tavoli pieni di giocatori con stack < di 100, perché questo è il primo segnale di allarme fish.
Quando altri giocatori sensati noteranno la cosa e invaderanno il nostro territorio di caccia, allora sarà il caso di cercare altri lidi. Non ci interessa arrivare primi nella gara del più forte della poker room, ci interessa solo risultare vincenti e se al nostro tavolo 6max su 6 giocatori seduti, 5 sono del nostro livello, forse è il caso di cambiare aria in cerca di sfidanti più generosi.

Bisogna inoltre imporsi delle regole. Il cash game è un gioco estremamente sregolato anche per i tempi.
In teoria se fossimo delle macchine potremmo giocare 14 ore al giorno, o magari anche solo 5 minuti, oppure giocare fin quando non siamo in attivo oppure fin quando non abbiamo più nemmeno un pc da cui giocare perché siamo andati in rovina. Non sono dei metodi positivi. La miglior cosa da fare è stabilire un numero di ore giornaliero da dedicare al cash e chiudere la sessione una volta che abbiamo adempito al nostro dovere. Dunque, se per esempio decidiamo di giocare 5 ore e al termine di queste stiamo perdendo, non importa quanto o a causa di quali scoppi atroci abbiamo perso, dobbiamo interrompere e passare a fare altro. Giocare con l’assillo di fare profit non è mai una buona cosa.

I giorni da “non perdere” sono la domenica e il lunedì. Anche il sabato notte e il venerdì notte possono portarci piacevoli soddisfazioni, essendo abitudine di alcuni fish sedersi al tavolo con ancora l’alcool nelle vene.
Come fasce orarie le ideali sono quelle che vanno dalle 13:00 alle 16:00, per via del field scadente e la sera, per un discorso legato al traffico. Sono comunque indicazioni di massima, il vantaggio del cash game rispetto ai MTT è che gli orari possiamo gestirceli noi tenendo conto sempre dei nostri impegni.

Anche il numero di tavoli da grindare varia in base alle nostre possibilità. Consigliamo di aprire un numero di tavoli che vi consente di mantenere il vostro A-game. Se avete una buona rakeback sul vostro account e un B-game (quello che molti giocatori di poker chiamano “il pilota automatico”) che vi garantisce comunque una certa edge sul resto del field, allora potreste pensare di aprire qualche tavolo in più, ma le 2 condizioni che abbiamo scritto sono fondamentali:

  • buona rakeback;
  • B-game che vi da edge.

In tutti gli altri casi preoccupatevi essenzialmente di giocare concentrati e fare le scelte +EV, anche su pochi tavoli per volta.

Per valutare quando e se è il caso di aumentare il numero di tavoli procedete con calma, aggiungendone uno alla volta. In questo modo la vostra mente si abituerà senza troppi sforzi all’aumento costante di tavoli. Se poi doveste accorgervi che con 7 tavoli davanti subite dei cali di concentrazione, allora niente paura: potete sempre diminuire il vostro numero.

Continua nella terza parte.