Le 10 caratteristiche di un grande giocatore di poker

Scritto da First Blood Il Aggiornato il .

ivey
Phil Ivey. Foto di Ralph Unden.

Il poker è un gioco d'abilità e sono necessarie alcune doti per diventare un grande giocatore.

Non si diventa campioni di poker per caso o per scelta. Bisogna avere qualità e disciplina. Un giocatore di poker professionista per arrivare al top e restarvi deve curare ogni più piccolo dettaglio.

Tutti i più vincenti giocatori di poker, per quanto si differenzino per proprie peculiari caratteristiche, hanno in comune queste fondamentali abilità (skill):

1. Intelligenza.
O meglio, capacità di adattamento al gioco e all'avversario. Non basta imparare le strategie, ma bisogna sapersi adattare velocemente agli avversari e prevedere le loro mosse.

2. Abilità matematiche.
Non serve essere esperti di matematica quantistica, ma una comprensione basilare della legge di probabilità è uno strumento essenziale per un giocatore di poker.

3. Memoria.
Ricordare le caratteristiche di un avversario e il suo modo di giocare alcune mani.

4. Controllo delle emozioni e pazienza.
Possono accadere brutte cose ad un tavolo di poker. Si può giocare benissimo e perdere per colpi di sfortuna contro avversari scarsi.
E' comunque fondamentale mantenere il controllo delle proprie emozioni e continuare a giocare nel pieno delle proprie capacità logiche.

Inoltre bisogna avere pazienza: può passare molto tempo prima di avere una mano giocabile e spesso si sarà costretti a foldarla.

5. Percettività e introspezione psicologica.
Il poker è un gioco di informazioni. E il giocatore che riesce a percepirne di più, che cattura i tells e riesce a fare una sorta di introspezione psicologica dell'avversario, avrà un gran vantaggio.

6. Esperienza.
Non si diventa campioni se prima non si sono giocate migliaia e migliaia di mani e non ne si sono viste di tutti i colori.

7. Fiducia e coraggio.
Bisogna avere fiducia nei propri mezzi e il coraggio di fare delle scelte. Spesso molti giocatori in situazioni con grosse cifre in palio si spaventano e non giocano come avrebbero fatto di solito.

8. Gestione del denaro.
Anche per il giocatore più forte del mondo sarebbe azzardato giocarsi tutti i propri soldi in un unico colpo. Il giocatore di poker è come un investitore oculato e deve saper gestire il proprio bankroll.

9. Umiltà.
Quando giocate a poker lasciate l'orgoglio a casa. Qui non vince il più duro ma solo chi riesce ad accumulare più chips.

10. Voglia di imparare.
Nel poker non si smette mai di imparare. Non pensare di diventare un campione leggendo un libro e basta.