Strategia tornei poker MTT (multitavolo) di Texas Hold 'em - prima parte

Scritto da Maria Grazia Aggiornato il .

strategia tornei
Foto di Mark Butler.

Quando si gioca una torneo multitavolo occorre adottare una strategia ottimale per cercare di arrivare in profondità verso il final table.

Al fine di definire tale strategia ripercorriamo le varie fasi di un MTT

 

Prima fase

La prima fase di un torneo è essenziale per costruire la propria immagine, quella di un giocatore solido che gioca solo le mani che gli fruttano vincite.
L’obiettivo in questa fase è quello di prendere le chips dei giocatori deboli prima che lo faccia qualcun altro.
Vediamo le varie tipologie di mani e come giocarle

Mani speculative
Coppie piccole
Suited connectors
Assi suited: da A2s a A9s
Carte broadway piccole: A-10, Q-10, KQ, QJ

Il segreto di queste carte? Se colpiscono il flop difficilmente saranno leggibili per l’avversario.

Come giocarle:
l’obiettivo è vedere il flop a poco prezzo, dunque si limpa da middle e late position oppure si chiama un raise sino ad un massimo di un decimo del proprio stack. Queste carte si foldano sempre da early position. Una volta visto il flop, se non si è centrato qualcosa di forte (set, scala, colore), si deve essere pronti a passare la propria mano. In questa fase le mani speculative, giocate in modo da vedere il flop a buon mercato, possono davvero fruttare molto, in quanto, qualora centrassero qualcosa di forte, questo sarebbe ben nascosto agli avversari, i quali non abbandoneranno facilmente la loro top pair

Coppie grandi
Coppie da 10-10 a AA di regola vanno difese con un rilancio evitando, così, all’avversario di vedere il flop a buon mercato. In caso di uno o più rilanci, prima o dopo di noi, si può valutare l’idea di foldare 10-10 e JJ, ciò in funzione del tipo di avversario.

Figure grandi
AQ e AK sono da giocare in modo aggressivo pre-flop.

Carte broadway piccole
A10, Q10, KQ, QJ, vanno giocate con prudenza, in quanto spesso sono dominate da mani migliori.
Si entra nel piatto quando sono suited, quando non ci sono stati rilanci o quando ci sono stati molti limper prima di noi.

Le puntate pre flop
Occorre sempre osservare alcune regole per determinare l’ammontare delle puntate; è fondamentale, infatti, che il tuo raise non sia troppo basso, in quanto, qualora lo fosse, regalerebbe ai tuoi avversari un’opportunità vantaggiosa per fare call, ma non deve essere nemmeno troppo elevato perché altrimenti si viene callati solo da mani migliori.

Ecco, allora, le poche ma fondamentali regole per le puntate preflop:
  • Se prima di te non è entrato nessuno in gioco è di 3 big blinds (raise 3x).
  • Per ogni giocatore che è entrato in gioco prima di te aggiungi un big blind. (raise 3x + un big blind per ogni limper).
  • Se è stato fatto un rilancio prima di te allora rilancia per tre volte quel rilancio.
  • Se ci sono stati più rilanci prima di te allora rilancia per tre volte l’ultimo rilancio.
  • Per ogni giocatore che ha fatto call ad un raise precendente, aggiungi uno al tuo rilancio, quindi, nel caso di un call fai raise x 4, nel caso di  2 call fai raise x5 e così via.
  • Se l’ammontare di un rilancio supera la metà delle tue chips allora vai direttamente all-in.

Il Gioco post flop
Dopo aver visto il flop occorre prendere decisioni importanti, ecco come orientarsi.

Con due giocatori al flop
1. Sei l’aggressore: indipendentemente dalla posizione fai una continuation bet e punta ½, ¾ del pot.
2. Non sei l’aggressore:
  • out position
    - mani deboli: fold;
    - mani forti: check/call (per mantenere il piatto piccolo);check/raise, bet/out.
  • In position:
    - in caso di progetti (scala, colore) con continuation bet dell’avversario;
    - si può rilanciare in semibluff (puntando al turn in caso di check dell’avversario);
    - fare call ed in caso di turn favorevole puntare o rilanciare la puntata dell’avversario.

Più giocatori al flop
Puntare se si ha una mano forte. Questa deva essere protetta dai vari progetti
I progetti vanno giocati tenendo conto delle pot odds, queste sono migliori se più giocatori vedono e si vincono più chips se si trova il proprio draw.

 

Questo per quanto riguarda la fase iniziale di un torneo multitavolo. Per il seguito della strategia vai alla seconda parte.