Tornei multi-tavolo: quali giocare (parte 2)

Scritto da Federico Aggiornato il .

tornei multi tavoloRiprendiamo questa guida sui Multi Tavolo dal secondo punto nella nostra lista di motivi che rendono un torneo più conveniente per noi.

 

Il torneo ha un buon montepremi garantito

I tornei multi-tavolo sono generalmente tornei articolati su più tavoli. Qualsiasi torneo di questo tipo è un multi-tavolo. La stragrande maggioranza di questi ha però una peculiarità, che è quella di mettere in palio un montepremi garantito. Ciò significa che la poker room si impegna ad assicurare a tutti i partecipanti una cifra base, indipendentemente dal numero di iscritti al torneo. Qualora con i buy-in il prize-pool dovesse superare la cifra del garantito, tutto ciò che eccede si aggiunge al montepremi garantito.

I tornei dal montepremi garantito sono i tornei preferiti dai giocatori di MTT. Se poi questi tornei hanno un alto garantito, allora diventano delle vere e proprie galline dalle uova d’oro.

Un torneo con montepremi garantito, ad esempio, di 200.000 euro come può essere il Sunday Special di Pokerstars, oltre a darci la possibilità di competere per grosse cifre, attira un altissimo numero di giocatori occasionali, talvolta anche alla prima esperienza, su cui possiamo avere discreta edge semplicemente studiando la strategia base dei tornei multi tavolo.

Ecco perché un buon grinder di MTT dovrebbe tenersi sempre aggiornato sui tornei dal montepremi garantito più alto, ovviamente in relazione al proprio bankroll. Anche il main event delle WSOP ha un garantito alto, ma 10.000 dollari di buy-in non possiamo permetterceli proprio tutti!

 

La room non arriva a cappare il garantito

Nella stragrande maggior parte dei casi, le room calcolano molto bene il valore del montepremi da garantire e lo fanno basandosi sul numero di buy-in previsto. Possono verificarsi però particolari circostanze nelle quali i giocatori iscritti, con i loro buy-in, non arrivino a coprire il montepremi garantito. Sono le opportunità più ghiotte per i torneisti.

Generalmente, tornei dal garantito non coperto, possono partire in poker room “di nicchia” (ad esempio, su Pokerstars è molto raro che il garantito non sia cappato), oppure in particolari periodi nei quali una room ha un calo di utenza (come ad esempio avvenuto per Full Tilt Poker a seguito del black Friday). I manager delle room però sono sempre all’erta e pronti a modificare il valore dei garantiti, dunque la pacchia non dura a lungo.

 

La struttura

I tornei nei quali è possibile far valere meglio la propria edge sono quelli deep stack, cioè quelli con una struttura giocabile e che non si riducono ad un push-fold dopo pochi livelli. È molto importante che la struttura sia giocabile, perché il rischio di un torneo turbo (con stack ridotti e bui che cambiano ogni 5 minuti) è quello di ritrovarsi al tavolo finale, quando le cifre diventano importanti, con stack che non permettono azione…lasciando così il nostro risultato alle mani del caso.

Continua nella terza parte.