Regole Omaha poker

Scritto da First Blood Il Aggiornato il .

regole omahaLe regole del poker Omaha sono quasi le stesse regole del Texas Hold 'Em. Stesse dinamiche di gioco, stessi punti, stessi giri di puntate, flop, river e turn

Le differenze sono due e fondamentali:
- a Omaha si ricevono 4 carte personali (pocket cards), invece delle 2 del Texas Hold'Em;
- per fare una combinazione di 5 carte, si devono usare due, e per forza 2 (non una di più, non una di meno) delle proprie 4 carte personali e 3 delle 5 carte comuni sul tavolo.

    Questa seconda regola dell'Omaha è quella che mette in difficoltà i giocatori principianti di Omaha, magari ancora abituati a ragionare come nell'Holdem.

    Un esempio per chiarirla ulteriormente.

    Arriviamo al river e le 5 carte scese sono:

    Kdiamond Jdiamond 7diamond 4spade 3diamond

    E noi abbiamo:

    Adiamond 7spade 7club 4heart

    Siccome siamo obbligati ad usare 2 carte personali e 3 comuni, non avremo fatto colore per il quale sarebbero servite 4 carte comuni, e neanche full di 7 con 4 per fare il quale avremmo dovuto prendere 3 carte personali. Quindi nell'esempio il nostro punto finale sarà:

    7spade 7club 7diamond Kdiamond Jdiamond

    Un tris di 7, punto che a Omaha è meno forte che nel Texas Hold 'Em visto che nell'Omaha è più probabile avere punti alti. Questo perchè si parte con 4 carte in mano che già tra loro sono combinabili in 6 modi diversi, mentre nell'Hold 'Em la combinazione è una.
    Quattro carte di partenza poi, che sommate alle 5 comuni fanno un totale di 9 carte contro le 7 dell' Hold 'Em, e quindi maggiori combinazioni.

    Per quanto riguarda il tipo di puntate, a Omaha è più diffusa la variante "Pot Limit", dove la puntata massima non può essere superiore all'ammontare del piatto. Questa è un'altra differenza con il Texas Hold 'Em dove è più diffuso il "No Limit".
    Per approfondire sul Pot Limit Omaha, qui trovi una guida completa.

    Photo credit: Casey Geib.