Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Probabilità di vincita.
logo adm 18

Antonio Esfandiari: biografia di "The Magician", il più vincente della storia

antonio esfandiari

Antonio Esfandiari (1978, Teheran) è un giocatore professionista di poker.

All'età di 6 anni Amir (questo il suo vero nome) si trasferì con la famiglia negli USA, alla ricerca di una vita migliore.
Si stabilì in California a San Jose ed il padre incontrò parecchie difficoltà di ambientamento, soprattutto perché non conosceva la lingua americana.
 
Poiché veniva preso in giro dagli altri bambini per il suo nome, cambiò "Amir" in Anthony.
 
Anthony inizia a lavorare sin da piccolo, prima come telemarketer e poi come cameriere.
Durante il lavoro al ristorante, conosce un bartender, ovvero un barista esperto nell'illusionismo, rimanendone subito colpito. Antonio incomincia così a comprare libri e videocassette deciso ad imparare nuovi trucchi, esercitandosi nel locale dove lavorava ed intrattenendo così i clienti.

Con il passare del tempo diventa sempre più bravo fino a divenire un vero prestigiatore, decidendo di cambiare il suo nome da Anthony in Antonio.

A diciassette anni la sua vita viene completamente stravolta da questo nuovo lavoro e decide di andare a vivere insieme al suo migliore amico, lasciando la casa del padre. Ecco spiegato il motivo del suo soprannome “The Magician”.

A diciannove anni Antonio scopre il Texas Hold'em, quando accompagna un amico in una card room di San Jose. È amore a prima vista con le carte e decide di saperne sempre di più, con davanti un nuovo obiettivo: diventare un professionista del poker.

Antonio gioca sia ai tavoli di cash game che tornei, e riesce a raccogliere i soldi necessari per partecipare al Main Event delle WSOP a Las Vegas, ma le cose non andarono purtroppo bene.
Ad un tavolo, proprio durante le WSOP, Antonio conosce Phil Laak, professionista di cui diventò buon amico. Phil spiegò ad Antonio soprattutto l'importanza della gestione ottimale del bankroll.

Lasciato il Nevada, tornò a San Jose, e seguendo i consigli del professionista olandese, le cose iniziarono ad andare per il verso giusto.
Nel 2002 Antonio partecipa al World Poker Tour di San Francisco giungendo al tavolo finale del Main Event, chiudendo al terzo posto per una vincita di 44.000 dollari.
Nel 2003 conquista il suo primo tavolo alle WSOP, un quinto posto in un torneo di No Limit Hold'em, ma è nel 2004 che arriva la svolta, quando vince il WPT L.A. Poker Classic al Bicycle Casino, incassando 1,4 milioni di dollari.
Sempre più conosciuto nell'ambiente, nel 2004 conquista il suo primo braccialetto alle WSOP, nel Pot Limit Hold'em, per una ricompensa di 185.000 dollari.

Negli anni a seguire non centra risultati importanti ma diviene comunque una presenza fissa di diverse trasmissioni televisive del circuito, come ad esempio High Stakes Poker e Poker After Dark.

Nel 2007 fa anche una breve apparizione nel film “Le regole del gioco” e nel 2008 nella pellicola “Deal”.
 
Nel 2010 Antonio torna a vincere un torneo di prestigio, conquistando il suo secondo titolo WPT nel Five Diamonds World Poker Classic, sconfiggendo in heads up Andrew Robl ed incassando una prima moneta da 870mila dollari.

Il vero trionfo deve però ancora arrivare. È il 2012, un anno che si rivelerà straordinario per “The Magician”. Antonio partecipa alle WSOP di Las Vegas e centra diversi piazzamenti, tra cui un 3° posto da 150mila dollari.
Il 4 luglio del 2012 è una data che rimarrà impressa nella carriera di Antonio, cambiando la sua vita per sempre: vince il torneo più ricco nella storia del poker, il Big One For One Drop da 1.000.000$ di buy-in, battendo Sam Trickett nell'heads up finale ed incassando uno stratosferico primo premio di 18.346.673 dollari.
Alle WSOPE 2012, non sazio, vince ancora un braccialetto, nell'evento €1.100 No Limit Hold'em, aggiudicandosi oltre 126mila dollari.
 
Le vincite nei tornei live per Antonio “The Magician” Esfandiari sono attualmente di quasi 26 milioni di dollari, che lo pongono attualmente in vetta alla Money List Poker Live di tutti i tempi.

Ecco di seguito le 10 più ricche vincite cash di Antonio Esfandiari:

  • 03 luglio 2012 - The Big One for One Drop  $1,000,000 - 1° - $18,346,673    
  • 28 giugno 2013 - $111,111 One Drop High Rollers - 4° - $1,433,438
  • 24 febbraio 2004 - L.A. Poker Classic (WPT) – 1° - $1,399,135    
  • 08 dicembre 2010 - Five Diamond World Poker Classic – 1° - $870,124    
  • 07 gennaio 2014 - EPT Season X – PCA – 4° - $575,920    
  • 10 novembre 2009 - World Series of Poker Main Event - 24° - $352,832    
  • 09 dicembre 2012 - Five Diamond World Poker Classic (WPT) – 4° -$329,339    
  • 17 aprile 2008 - EPT Grand Final Main Event - 8° - $265,625    
  • 28 maggio 2005 - WSOP Circuit Event - Harrah's New Orleans – 3° - $221,445    
  • 23 marzo 2013 - PartyPoker Premier League – 3° - $196,000

Photo credit: Wikipedia.

  • Ultimo aggiornamento il .
logo agenzia dogane monopoli

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Gioca responsabilmente.
Informazioni sulle probabilità di vincita e sui regolamenti di gioco sono disponibili sul portale www.adm.gov.it e sui siti dei concessionari.

DimensionePoker.com non è un operatore di gioco a distanza ma un sito di informazione dedicato ai giochi.
Tutte le poker room online citate su DimensionePoker.com hanno regolare licenza AAMS e sono concessionari autorizzati al gioco a distanza dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Copyright © 2019 DimensionePoker.com. Tutti i diritti riservati.