Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Probabilità di vincita.
logo adm 18

La collusion nel poker online: trucchi e imbrogli

Codice binario

Quando abbiamo trattato il tema della sicurezza nel poker online ci siamo preoccupati più specificatamente di fare chiarezza sulle incertezze inerenti ai software e abbiamo appreso che le poker room non hanno un reale interesse a barare per accaparrarsi i nostri spiccioli.

Tuttavia pericoli più concreti possono arrivare da parte dei giocatori che cercano di aggirare il regolamento delle poke room.
Questa pratica è definita cheating. La forma di cheating di cui ci occuperemo in questo articolo è la collusion.

La collusion è una collaborazione illecita fra due o più giocatori seduti allo stesso tavolo, ai danni di tutti gli altri avversari che ovviamente sono ignari di ciò.

 

Questa truffa può essere condotta essenzialmente in 4 modi:

  • WHIPSAVING: i due bari si organizzano in maniera tale da creare tanta azione finta e fumosa, per esempio 3bettando o 4bettandosi a vicenda, in modo da scoraggiare gli altri giocatori a inserirsi nel piatto.
    Questa forma di collusion alla lunga è facilmente individuabile perché le giocate insolite e ripetute sono sotto gli occhi di tutti.
  • SIGNALLING: smascherare due giocatori che fanno signalling è praticamente impossibile. Si tratta, banalmente, di comunicare le proprie carte personali al complice per mezzo di programmi quali Skype o simili. Gli effetti di questa forma di collusion non sono devastanti per gli altri giocatori, tuttavia in questa maniera i due bari riescono ad avere un vantaggio in più sul resto del tavolo, essendo a conoscenza di due carte in più che non potranno mai comparire sul board.
  • SOFT PLAY: come dice la parola stessa il soft play consiste nell’avere un occhio di riguardo verso il proprio compagno. Questo può concretizzarsi ad esempio non rilanciando quando si dovrebbe, foldando ai tentativi di steal con buone carte qualora il partner avesse bisogno del nostro buio per rimpinguare il proprio stack e collaborando in qualsiasi altra maniera al fine di arrivare insieme in fondo al torneo.
  • DUMPING: probabilmente la forma di collusion più esplicita. Si contrappone al soft play in quanto uno dei due complici decide di donare parte del suo stack o il suo intero stack all’altro, così da poter competere con un unico stack grande piuttosto che con due medi.

Ad ogni modo, qualunque sia la forma di collusion di cui pensate di essere stati vittime è importante che segnaliate al supporto della poker room i vostri sospetti. Chi gestisce una poker room ha in proprio possesso tutti i dati dei giocatori e studiando bene fra le varie hands history potrà eventualmente rintracciare gli elementi indicativi di collusion.

Da parte vostra quello che potete fare è osservare i comportamenti di questi giocatori: quanto giocano insieme, se mostrano atteggiamenti collaborativi e più in generale se le stranezze si verificano con frequenza.

Purtroppo i furbi e i disonesti sono sempre esistiti in qualsiasi settore e il fatto che anche il poker online ne sia vittima non deve diventare argomento per demonizzare ulteriormente questo gioco.

  • Ultimo aggiornamento il .
logo agenzia dogane monopoli

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Gioca responsabilmente.
Informazioni sulle probabilità di vincita e sui regolamenti di gioco sono disponibili sul portale www.adm.gov.it e sui siti dei concessionari.

DimensionePoker.com non è un operatore di gioco a distanza ma un sito di informazione dedicato ai giochi.
Tutte le poker room online citate su DimensionePoker.com hanno regolare licenza AAMS e sono concessionari autorizzati al gioco a distanza dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Copyright © 2019 DimensionePoker.com. Tutti i diritti riservati.