Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Probabilità di vincita.
logo adm 18

L'arte del Fold nel Poker Online: come vincere di più foldando

fold

Qualche anno fa, sfogliando una rivista di poker con cui collaboravo, mi capitò sotto gli occhi un articolo, scritto da Tommy Angelo, professional poker player nonché coach, ed autore di svariati libri di poker, tra cui il ben conosciuto “Elements of Poker”.
In questo articolo Angelo raccontava, col suo stile romanzato, di come la sua vita fosse cambiata quando conobbe il “Fold”, e di che gusto provò in questa sua strepitosa scoperta.
Con il “Fold”, che non era un tasto (dato che giocava ai tavoli di Las Vegas), ma un concetto, un nuovo stile di vita e di gioco, iniziò a vincere fino a trasformarsi in una leggenda del Texas Hold'em.
Ebbene si, il segreto del Poker era tutto lì, in quattro lettere che iniziò a pronunciare con una spensieratezza mai provata prima.

Ma nell'eccesso della metafora cosa voleva dire Angelo ai suoi lettori? Voleva far passare un concetto essenziale: al Poker non si vince facendo i duri, non si vince con la curiosità, non si vince con il brivido dell'azzardo, si vince sapendo rinunciare ai propri soldi, già messi nel piatto, quando le condizioni sono sfavorevoli.

Quest'articolo fu, e tuttora lo è, l'unico scritto originale, che abbia mai letto in tema di Poker.

Si, non parlava di Aggression, 3barrel, 4bet light o 5betjam in steal, parlava di “Fold”.

Molti giocatori alle prime armi, ma anche molti regulars, hanno infatti il terribile Leak di non saper foldare la giusta quantità di volte; i primi perché non conoscono le pot-odds o più semplicemente perché son curiosi, i secondi perché troppo superbi e spesso convinti di esser talmente più skilled da poter outplayare i loro avversari sempre e comunque.

La realtà dei fatti rimane però che a poker si vince usando il tasto FOLD in media tre volte più di tutti gli altri tasti. Se sulla vostra tastiera usate delle HotKey, beh... la lettera F dovrebbe esser la prima a perdere il colore. Se così non è state sbagliando qualcosa, e perdendo soldi.

Si perché, pur aggressivi che siate, dovreste foldare preflop almeno un 70% delle volte, dovreste foldare ad una 3bet almeno 2 volte su 3, dovreste foldare ad una 4bet almeno un 60% delle volte, e stessa cosa dovreste fare verso uno steal. Certo, questi valori dipendono molto dai range che utilizzate, ma se non sono particolarmente sbilanciati quelle indicate dovrebbero essere mediamente le percentuali ottimali, e come noterete sono estremamente più alte di quelle con cui dovreste invece chiamare o puntare.

Divertitevi ora, con l'ausilio dell'HUD, a vedere quanto poco i giocatori amino foldare ad una 3bet, persino se OOP. Divertitevi a vedere quanti giocatori siano totalmente incapaci di non aggiustare da SB in un limped pot o quanti non riescano a rinunciare a chiamare un raise alla loro c-bet, nonostante arrivi da un giocatore calling station.

Giusto per curiosità, e per fare un esempio concreto, ipotizzate di giocare 60.000 mani/mese ad un tavolo 6max; sarete di SB 10.000 volte. Da queste 10.000 togliamone un 50% che saranno approssimativamente le mani in cui ci sarà stata action prima di voi, un altro 30% lo togliamo ipotizzando che abbiate una mano con cui rilanciare o tribettare, rimangono 2.000 mani in cui probabilmente avreste la possibilità di aggiustare fino al big-blind. Immaginate cosa accadrebbe se lo faceste ogni volta: 1.000 big-blind, ovvero 10 Stack messi in gioco per curiosità, e per una presunta economicità, in una mano in cui non potrà però mai esserci action (dato che nessuno ha una mano ed il pot è esiguo) ed in cui, di conseguenza, non avrete mai implied-odds sufficienti per ripagarvi questa costosa curiosità.
La situazione diventa ancor più drammatica se calcolate quanto vi costi anche solo un 10% di call alle 3bet in più del giusto. Se, ad esempio, voi rilanciate con una coppietta bassa a 3BB ed il vostro avversario, in posizione su di voi, 3betta a 9, dovrete investire 6BB per chiamare e sperare di hittare il vostro set, cosa che accadrà poco più dell'11% delle volte. Ed anche nelle mani in cui avrete la fortuna di hittare la vostra carta, solo una esigua quantità di volte riuscirete a portar via l'intero stack all'avversario, poiché vi trovate OOP e quindi non avrete molte possibilità di evitare l'altrui Pot-Control. Stessa cosa vale per i call marginali con mani facilmente dominate come AT, AJ, KJ. Il fold, alternato a qualche saltuaria 4bet/fold, rimane sempre la miglior via per il successo.

Foldate dunque quando un giocatore calling station diventa improvvisamente aggressivo, foldate quando un giocatore tight mostra molta forza, foldate quando la size della puntata al river è sproporzionata alle % di bluff del vostro avversario, foldate quando avete coscienza di infilarvi da soli in un ginepraio che potrebbe risultare molto costoso, perchè foldare una volta in più potrebbe aumentare il vostro BB/100 in maniera sensibile, o mantenerlo invariato riducendo però drasticamente la varianza.

La varianza, non quella indicata in gergo pokeristico come varianza negativa, ma la varianza nel suo senso più strettamente matematico, va a braccetto con i call marginali e con le situazioni di coin-flip: minore è il vantaggio probabilistico, maggiori sono le oscillazioni, dunque, evitando ad esempio tutte le situazioni ad EV neutro, che potrete facilmente individuare dall'analisi della vostra hand-history con software come HEM o Poker-Tracker, manterrete il vostro profitto intatto in termini di BB/100, riducendo però tutte le noie e gli stress dovuti alle eccessive ed improvvise oscillazioni del bankroll. Peraltro, se invece giocate allo Zoom, aumenterete, senza praticamente far niente anche il vostro guadagno orario. Questo accadrà perché folderete una mano ad EV 0, che richiederebbe comunque del tempo per esser portata a termine, a favore di una nuova il cui EV potrebbe essere positivo.

Dunque, anche voi, come Tommy Angelo, godete ogni volta che premete il tasto FOLD, perché senza accorgervene state portando a casa un sacco di soldi!

Photo credit: Robin Corps.

  • Ultimo aggiornamento il .
logo agenzia dogane monopoli

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Gioca responsabilmente.
Informazioni sulle probabilità di vincita e sui regolamenti di gioco sono disponibili sul portale www.adm.gov.it e sui siti dei concessionari.

DimensionePoker.com non è un operatore di gioco a distanza ma un sito di informazione dedicato ai giochi.
Tutte le poker room online citate su DimensionePoker.com hanno regolare licenza AAMS e sono concessionari autorizzati al gioco a distanza dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Copyright © 2019 DimensionePoker.com. Tutti i diritti riservati.