Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Probabilità di vincita.
logo adm 18

Poker Cinese: regole di gioco complete

poker cinese migg

Il poker cinese (o Pusoy) è una variante di poker molto in voga nel continente asiatico e che sta prendendo sempre più piede anche in occidente, per via delle sue caratteristiche che lo rendono un gioco molto divertente, appassionante e parecchio incentrato sulla fortuna.

Normalmente, ad un tavolo di poker cinese seggono quattro giocatori. Questo però non è vincolante in quanto è possibile giocare anche in tre o due soltanto.
Il limite di quattro giocatori è dovuto puramente a un limite numerico di carte presenti nel mazzo. A poker cinese si gioca infatti con un normale mazzo di 52 carte da gioco e ad ogni giocatore al tavolo vengono distribuite tredici carte coperte.


Come si gioca una mano di poker cinese

Il gioco è molto semplice, ma va detto che l’altissima quantità di varianti praticate in Cina e nel mondo potrebbe causare un po’ di confusione nel neofita che si avvicina alla specialità. Chi vi scrive, per giocare si attiene a un regolamento quanto più lineare possibile.

Una volta che tutti i giocatori avranno davanti le proprie tredici carte coperte, ognuno di essi procederà a una suddivisione delle carte in tre gruppi, che dovranno formare tre punteggi di poker separati: tre carte formeranno il cosiddetto front, altre cinque il middle e le restanti cinque carte il back.

L’obiettivo è quello di realizzare con le carte di ognuno di questi raggruppamenti un punteggio quanto più alto possibile ma che sia inferiore a quello del gruppo successivo.

Infatti Il regolamento prevede che le cinque carte appartenenti al back formino il vostro punteggio più alto in assoluto, le cinque carte nel middle il secondo punteggio più alto e le tre carte del front il punto più basso. Si osservi però che nel front, formato da tre carte, non si tengono in considerazione i colori e le scale per determinare il ranking, poiché colori e scale con tre carte nel poker non sono considerati punteggi validi.

Ad esempio, nel block potremmo posizionare un bel full, nel middle un colore e nel front un tris di nove.

Nel poker cinese lo stack è formato dalle “unità”, che svolgono il ruolo di fiches da poter puntare ad ogni mano. Una volta che avrete suddiviso le vostre tredici carte in front, middle e back, su ognuno di essi dovrete scommettere le unità corrispondenti. La quantità di unità, e quindi di denaro in gioco, viene però determinata prima o dalla room, a seconda del tavolo in cui siete seduti, o da un precedente accordo fra i giocatori coinvolti se state giocando una partita casalinga fra amici.

Ogni front, middle e back si batterà contro i corrispondenti punteggi front, middle e back di tutti gli avversari al tavolo.
Di conseguenza, Hero potrebbe avere un punteggio nel front superiore a quello di Phil contro cui vincerebbe un’unità, ma Phil potrebbe batterlo nel middle, e in questo caso si riprenderebbe immediatamente l’unità persa. Al tempo stesso però Doyle potrebbe mostrare due punteggi nel front e nel middle superiori a quelli di entrambi, vincerebbe due unità ma magari, contro Gus, che ha un punteggio fortissimo al block perderebbe anche lui un’unità.

Come intuite da soli, le possibili combinazioni sono infinite. Chiaramente l’ideale sarebbe avere il gioco più forte di tutti in ciascun raggruppamento e vincere tutte le unità in gioco, ma questo è molto difficile. Infatti, uno degli aspetti più interessanti del poker cinese è che anche con la seconda mano migliore è possibile vincere qualcosa. Possiamo perdere un’unità contro il giocatore che ha il punteggio più alto, ma vincerne due contro gli altri due giocatori che l’hanno più basso del nostro.

La gerarchia dei punteggi è identica a quella del Texas Holdem. Nel front potrebbero sovente esserci situazione di parità, ad esempio due coppie identiche. In quel caso si guarda la terza carta; se anche la terza carta è uguale, il testa a testa semplicemente si annulla e nessuno dei due giocatori vincerà unità all’altro. Lo stesso metro si applica al middle e al block.
Nella considerazione dei punteggi esistono però dei casi particolari, delle varianti o dei bonus applicati, che di volta in volta possono essere introdotti per dare più azione e spirito gambler al gioco, che già di per se è parecchio movimentato.

C’è la possibilità di realizzare uno Scoop. Se la regola è introdotta, il giocatore che al front, middle e block riesce a mettere insieme tre scale o tre colori deve annunciare “SCOOP!” prima di tutti, scoprire le carte e se il gioco sarà confermato vincerà TUTTE le unità presenti al tavolo, mettendo subito fine alla mano. Ai fini di uno Scoop, tre carte a colore o tre carte a scala nel front sono considerati punteggi validi.

Il poker cinese è un gioco dove i testa a testa fra i giocatori sono molto frequenti. Per questo motivo, Phil e Doyle potrebbero ad esempio accordarsi a giocare 1 unità da 20 dollari sul block, esclusivamente fra loro, mentre contro gli altri giocatori le unità avrebbero il valore standard prestabilito ad inizio partita.

Nel poker cinese possono essere inseriti vari bonus. I bonus più frequenti riguardano i punteggi molto alti, ad esempio scale a colore o poker, che possono essere premiati con un tot unità in più. C’è anche la possibilità di mettere in palio unità in più a chi contro uno stesso giocatore dovesse vincere su tutti e tre i gruppi o solamente su due. Insomma, questi sono casi del regolamento abbastanza personalizzabili e che, nell’eventualità in cui si giochi online a poker cinese, vengono comunque riportati al momento dell’iscrizione al tavolo.


Conclusioni finali

Il poker cinese per tantissimo tempo è stata la variante di poker più praticata in Cina, e per questo paradossalmente una delle più giocate nel mondo. In tempi recenti, l’occidente e l’America in particolar modo, l’hanno rivalutata moltissimo. Perfino alle WSOP sono stati vinti braccialetti di poker cinese e ai tavoli High Stake di Macao talvolta i pro si cimentano in appassionanti partite all’ultimo block.

Grazie a queste premesse, il poker cinese, che per adesso è relegato principalmente allo status di passatempo ludico, potrebbe diventare una delle varianti di poker più interessanti per monetizzare col gioco online. Se informandovi in giro riterreste che le possibilità di guadagno fra qualche anno possano essere concrete, potreste cominciare a impratichirvi sui tanti giochi online in modalità fun money. Il gioco è comunque molto divertente e può tranquillamente rappresentare uno svago indipendentemente dal ritorno economico che ne avrete.

Photo credit: Migg.

  • Ultimo aggiornamento il .
logo agenzia dogane monopoli

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Gioca responsabilmente.
Informazioni sulle probabilità di vincita e sui regolamenti di gioco sono disponibili sul portale www.adm.gov.it e sui siti dei concessionari.

DimensionePoker.com non è un operatore di gioco a distanza ma un sito di informazione dedicato ai giochi.
Tutte le poker room online citate su DimensionePoker.com hanno regolare licenza AAMS e sono concessionari autorizzati al gioco a distanza dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Copyright © 2019 DimensionePoker.com. Tutti i diritti riservati.